Copyright 2018 - Agenzia Immobiliare Roma Asi

Email: direzione@asi-roma.it

CEDOLARE SECCA 2018

Pubblicato il 20/12/2017

Con la legge di stabilità 2018, la cedolare secca per i contratti di locazione a canone calmierato è stata prorogata al 10% per gli anni 2018 e 2019.

Tali contratti sono definiti in base ad accordi locali tra le principali organizzazioni rappresentative della proprietà edilizia e degli inquilini che decidono i criteri di stipula dei contratti e suddividono il territorio comunale in zone omogenee per le quali si stabiliscono i valori minimi e massimi degli affitti.

La durata degli affitti a canone calmierato possono avere durata variabile come segue:

- 3 + 2 anni per le abitazioni

- da 6 mesi a 3 anni per gli studenti universitari

- da 1 a 18 mesi per i contratti transitori.

Per poter aderire alla cedolare secca, gli immobili devono possedere i seguenti requisiti:

- unità abitative di categoria catastale da A1 a A11, esclusa l’A10 (uffici e studi privati), affittate per uso abitativo;

- relative pertinenze box e garage, solo se affittate insieme all’abitazione.

I proprietari degli immobili affittati che vogliono avvalersi della cedolare secca devono comunicarlo preventivamente agli inquilini mediante raccomandata con ricevuta di ritorno. In tal modo il locatore rinuncia a chiedere l’aggiornamento del canone, ivi compreso l’adeguamento ISTAT, anche ciò era previsto in contratto.

Per aderire all’opzione è necessario compilare l’apposita sezione del modello “RLI 2018 cedolare secca” da inviare telematicamente all’Agenzia delle Entrate.

L’imposta relativa deve essere pagata entro il medesimo termine del versamento dell’IRPEF, compilando il modello F24 ELIDE sul quale indicare i seguenti codici tributo:

- 1840 (acconto prima rata)

- 1841 (acconto seconda rata o unica soluzione)

- 1842 (saldo)

Se l’adesione alla cedolare secca è avvenuta nel corso del 2017, il pagamento è così scadenzato nel caso di un importo superiore a €. 257,52:

- primo acconto pari al 40% entro il 30/06/2018

- secondo acconto pari al 60% entro il 30/11/2018

Se l’adesione avviene nel corso del 2018, il pagamento dovrà così avvenire:

- in unica soluzione entro il 30/11/2019 (per importi inferiori a €. 257,52)

- in due rate (per importi superiori a €. 257,52): entro il 30/06/2019 (acconto); entro il 30/11/2019 (saldo).

L’adesione alla cedolare secca si estende a tutto il periodo di durata del contratto o della proroga, e se avviene negli anni successivi al primo l’opzione copre il residuo periodo di durata contrattuale.

Seguite la nostra pagina blog di agenzia immobiliare a Roma per restare sempre aggiornati sulla normativa e sulla giurisprudenza in materia immobiliare e visitate il nostro sito www.asiroma.casa