La casa di abitazione dovrebbe avere tutti i requisiti necessari per essere abitata anche da chi non gode di completa ed autonoma mobilità, ma può capitare che le vicende della vita apportino cambiamenti per i quali la casa non sia più adatta alle proprie esigenze.
In questi casi o si cambia casa oppure, ove ciò sia possibile, si apportano le modifiche necessarie.
Nel caso in cui si abbia a disposizione un immobile dotato di scale interne che non ne consentono l’uso agevole, il problema è risolvibile installandovi un mini ascensore o una piattaforma sollevatrice. 
Questi impianti, di facile e rapida installazione, servono per superare dislivelli di diverse altezze e annullano le barriere architettoniche, sono di ingombro ridotto, si presentano eleganti e si adattano all’arredamento essendo personalizzabili e potendoli scegliere tra una vasta gamma di modelli. Necessitano di una fossa di
dimensioni ridotte, sono molto sicuri sia contro le cadute che contro gli incendi, e sono assai silenziosi. Esistono di diverse ampiezze a seconda dello spazio disponibile in casa, necessitano di pochi interventi murari per installarli, hanno consumi pari a quelli di un comune elettrodomestico e sono alimentati da qualsiasi punto a 230V.
Fino al 31.12.2020 per le spese sostenute a titolo di eliminazione barriere architettoniche in edifici residenziali sono previste detrazioni fiscali del 50% da recuperare in 10 anni, inoltre l’IVA è al 4%.
Seguiteci sul sito www.asiroma.casa per essere sempre aggiornati sulle notizie immobiliari.